Configurazione iniziale

From rejetto wiki
Revision as of 10:16, 23 December 2006 by Fabnos (talk | contribs) (Auto Test)
Jump to: navigation, search

Se ti connetti ad Internet attraverso un router/firewall hardware, nella quasi totalità dei casi dovrai configurarlo per poter utilizzare in modo corretto HFS.
Questa procedura viene definita: "Port fowarding".
Se hai necessità, puoi ottenere aiuto circa questo aspetto a Portforward http://www.portforward.com], o su HFSForum.
Molti firewalls richiedono, inoltre, permessi specifici per consentire a HFS l'invio e la ricezione dei files.

Sommario

Questa sezione spiega come installare un server HFS pienamente funzionante, protetto e con caratteristiche di massima sicurezza.
Questo approfondimento include:

  1. Primi passi e fase di test.
  2. Aggiunta di cartelle per la trasmissione e la ricezione.
  3. Determinazione degli indirizzi.
  4. Settaggio delle passwords.
  5. Definizione degli accounts per gli utenti.
  6. Salvataggio della configurazione.

Stato iniziale

Dopo aver configurato il tuo router, esegui un doppio click sul file nominato hfs.exe per lanciare il tuo server.
Inizialmente, apparirà una schermata simile a questa: First screen

Ovviamente l'indirizzo riportato nella figura non sarà quello che vedrai nel tuo server ;-).

Auto Test

Questo test (Menù >>> Self Test) serve per essere certi che il tuo server HFS sia visibile all'esterno della tua rete.
Segui le istruzioni che vengono riportate nella finestra di aiuto che appare.
Se tutto è OK comparirà:

Selfok.png

L'"Auto Test" è una potente caratteristica di HFS. Infatti, non consente unicamente di valutare la tua visibilità su Internet ma anche di risolvere, automaticamente, alcuni problemi inerenti la connessione.

In termini generali, se "Self Test" ha funzionato hai la certezza che il server è visualizzabile su Internet, ed è pronto ad accettare le richieste dei processi di uploads e download.
Tuttavia, nel caso in cui il test fallisse, sarà necessario risolvere questo problema di connessione per ottenere un server pienamente funzionante.
(La maggiore parte di insuccessi è dovuta ad una errato portforwarding ).

Noterai che il precedente indirizzo IP è ora sostituito con il tuo normale IP. Dal Menù clicca "Indirizzo IP" per vedere le varie opzioni che ti vengono proposte. Per ora non cambiare nulla.
Puoi ricercare il tuo indirizzo IP collegandoti, per esempio, a
IP address
o
Audit PC.

Inserimento cartella/e di invio

Ora, aggiungi una cartella di upload per fare in modo che chiunque possa, con facilità, inviarti dei contenuti (HFS). (vedi Glossario di HFS: ).
Per fare questo:

  1. Crea una nuova cartella nel tuo hard disk, es. C:\Uploads, con Explorer di Windows.
  2. Se è presente "Add to HFS" nel menù contestuale di Explorer, agisci con il tasto destro sulla cartella e clicca questa opzione. Ora clicca su "Real Folder" nel box di dialogo che comparirà.
  3. L'alternativa è la tecnica di trascinamento della cartella "Uploads" nel pannello sinistro di HFS denominato "Virtual File System".
  4. Assicurati che "Uploads" sia selezionato e usa il comando: Upload →Upload for accounts →Anyone in modo da permettere a chiunque l'accesso a questa cartella.
  5. Puoi proteggere con una password la cartella "Uploads", ma molti utenti non utilizzano questa caratteristica permettendo a tutti di inviare files senza alcuna restrizione. (Visualizza "Password protection", più avanti).
  6. Puoi copiare od incollare http://localhost/ nel tuo browser Internet per visualizzare cosa vedranno gli utenti quando accederanno al tuo server. In alternativa, puoi usare la funzione interna "Browser" di HFS.

Inserimento cartella/e di ricezione

Ora, aggiungi una cartella per il download per consentire a chiunque di ricevere i tuoi files. Questa può essere una cartella virtuale (vedi Glossario di HFS: ), ma per il primo utilizzo, è probabilmente più facile usare un'altra cartella reale.
Per fare questo:

  1. Crea una nuova cartella nel tuo hard disk, es. C:\Downloads, con Explorer di Windows. Copia alcuni files di testo od altri formati a tua scelta (es.: MP3).
  2. Se è presente "Add to HFS" nel menù contestuale, usa il tasto destro sulla cartella e clicca questa opzione. Ora scegli "Real Folder" dalla schermata che comparirà.
  3. L'alternativa è la tecnica di trascinamento della cartella "Downloads" nel pannello sinistro di HFS denominato "Virtual File System".
  4. Puoi proteggere con una password la cartella "Downloads", ma, supponendo che il sistema sia

abbastanza sicuro (es. almeno con firewall aggiornato), puoi evitare di proteggerlo per alcuni minuti mentre completi la configurazione. (Vedi più avanti "Password protection").

  1. Puoi copiare od incollare http://localhost/ nel tuo browser Internet per visualizzare cosa vedranno gli utenti quando accederanno al tuo server.
    In alternativa, puoi usare la funzione Browse .

Adesso HFS Virtual File System si presenterà come da figura sottostante:

061.png

e, nel browser, l'indirizzo http://localhost/ ora verrà visualizzato in questo modo:

062.png

Indirizzi per l'accesso

I tuoi amici ora possono effettuare il download di qualsiasi files venga aggiunto nella cartella C:\Downloads presente nel tuo hard disk.
Puoi dare l'indirizzo del tuo server,

025.jpg

o quello specifico per la risorsa in questione (la cartella "Downloads").

026.JPG

Se utilizzi nomi di cartella che contengono spazi, l'url conterrà il valore % ed alcuni caratteri non voluti. Per rendere più leggibile l'indirizzo, puoi usare l'opzione di HFS chiamata "URL Encoding" (Menù principale in "Expert mode").
Deseleziona "Encode spaces" per rimuovere il segno % che, convenzionalmente, rappresenta gli spazi ed i caratteri superflui.

Attenzione
Molti utenti forniscono l'indirizzo del loro sito mentre stanno usando una chat od un'applicazione di messaggistica.
In queste circostanze, puoi incorrere in alcune difficoltà utilizzando l'opzione "URL Encoding". (Il browser di Messanger, per esempio, solitamente si blocca quando incontra uno spazio non "encoded").
Una soluzione, in HFS, è l'utilizzo del tasto destro del mouse sull'indirizzo (o file, o cartella, od elemento) selezionando "Copy URL". Sarà sufficiente incollare il dato nel browser della chat.

Una valida soluzione affinchè questo non si verifichi, è quella di usare ESCLUSIVAMENTE, cartelle con nomi che non contengono spazi!
Per esempio: "Downloads", "Mamma", "Musica", "Caterina", "IoSonoMe, ecc.

Protezione con password

Puoi proteggere cartelle, files, elementi, o tutto il server, con l'assegnazione di password. Questo metodo non è uguale a quello utilizzato per definire gli accounts degli utenti. (Vedi successivamente).
Per esempio, per proteggere con password la cartella "Downloads", selezionala con il tasto destro del mouse e scegli l'opzione "Set user/password".
Ora inserisci, nella finestra di dialogo della figura che segue, i dati necessari :

File:081.png

Dopo aver cliccato su "Ok", solo chi usa i dati identificativi corretti potrà accedere a questa cartella.
Ora, puoi anche notare che , a fianco dell'icona rappresentante la cartella, è apparsa la figura di un lucchetto.

063.png

Per rimuovere la protezione da questa cartella, clicca "Reset user/pass".

Restrizioni per passwords e cartelle

Alcuni utenti sono confusi circa l'uso dei diritti (o dei divieti) di accesso alle cartelle presenti in HFS.
E' comunque possibile avere un server HFS altamente sicuro anche senza l'utilizzo di "username/password" per tutti gli utenti.

La cosa migliore è, senza dubbio, la protezione delle cartelle di HFS.
Questa è una prerogativa, presente in HFS, che differisce da altri tipi di file server.
Molti di voi, durante l'utilizzo di altri applicativi di file sharing, avranno notato che occorre avere un account ed una password per poter effettuare qualsiasi tipo di operazione.
HFS è stato sviluppato per agire in maniera differente.

Su questo sito, per esempio, "rojetto" (chiunque egli sia) non possiede account, ma può accedere esclusivamente alle cartelle "Uploads" e "4rojetto" e non alla cartella "Downloads" (in quanto non ne conosce la password) e, d'altra parte, la cartella in questione ha l'icona del lucchetto che dimostra il suo stato di "bloccata".

049.png

Puoi anche proteggere la radice del sito mediante una password.

051.png

Ora l'utente "rojetto" (che ancora non conosce la password) può vedere le cartelle ma non accedere ad esse.

Tuttavia, per ottenere maggiori caratteristiche di sicurezza, occorre che tu imposti gli accounts per gli utenti.

Registrazione utenti

Per fare ciò, usa la voce "Restrict access" presente nel menù contestuale nella finestra di Virtual File System.

058.PNG

Nel caso in cui tu non lo abbia già fatto precedentemente, seleziona la cartella "Downloads" e clicca sull'opzione "New account" per aprire la schermata della figura seguente:

059.PNG

Inserisci i dati per "Username" e "Password" e clicca Ok.
Riseleziona ancora "Restrict access" per essere certo che l'account sia stato configurato correttamente.
Se selezioni "All existing accounts", tutti gli utenti muniti di un account (incluso quello appena inserito) possono inserire le loro credenziali per accedere alla cartella "Downloads".
Se selezioni "No account", rimuoverai tutte le protezioni con username/password dall'elemento.

Salvataggio configurazione

Se hai seguito tutte le spiegazioni finora presentate, hai ottenuto un server HFS di facile utilizzo ma equipaggiato di ottime prerogative per quanto concerne la sicurezza e la protezione dei contenuti.
Il compito finale è il salvataggio delle tue impostazioni e della configurazione mediante l'uso di "Save file system".
Ti verrà richiesto di usare un nome.
Molti utenti trovano conveniente l'uso di un sistema di nominazione incrementale come per es. "01.vfs", "02.vfs", "03.vfs", ecc.
Naturalmente, sei libero di adottare quello che preferisci.

Attenzione non sostituire MAI l'estensione predefinita per questo file.
Usa SEMPRE l'estensione vfs.

Vedi Ulteriori configurazioni per maggiori dettagli circa alcune altre caratteristiche incluse in HFS.